website

mercoledì 22 aprile 2015

Restauro Pianoforte a parete in stile Shabby Chic
Shabby chic upright piano renovation

Rieccomi qui!
Andra' a finire che ci prendero' gusto e diventero' blog dipendente!

Oggi vorrei mostrarvi uno dei miei lavori piu' grandi ... o per lo meno uno di quelli piu' impegnativi: il Recupero di un vecchio Pianoforte da parete (ovviamente in stile Shabby Chic) e la sua trasformazione da " piano attempatello nero lucido" a ...  "candido Pianoforte Shabby, con una puntina di steampunk " se vogliamo!

Devo dire che questo progetto e' a lungo frullato nella mia mente come uno spettro ... sempre vigile e pronto a riaffacciarsi ogni qualvolta il mio sguardo si posasse sul vecchio pianoforte che con tanto amore e indecisione ho acquistato di ritorno da Londra in un mercatino dell'usato...

"Sei una pianista?" vi chiederete voi ... no! assolutamente no! ma sogno di esserlo da quando ero piccola, e cosi' presa dall'entusiasmo e convinta dal prezzo abbordabile e dall'abbondanza di tempo disponibile che avevo, mi son decisa a comprarlo con l'idea che avrei trovato modo di prender qualche lezione ed iniziare passo dopo passo a realizzare un mio piccolo sogno....

Ecco qui il mio gioiello....


 
 Acquistato, consegnato direttamente a casa mia, e fatto riaccordare da un professionista ....
Si lo so; bruttino e segnato dagli acciacchi del tempo, ma per me era un sogno per quanto nero e soprattutto lucido (caratteristica che da sempre mi fa inorridire) .

A lungo l'ho guardato pensando di tentare di migliorarlo ma il coraggio necessario per toccare uno strumento simile vi assicuro non e' poco!!!
Mi son posta mille quesiti e fatta mille domande:

la vernice non lo rovinera'? come verniciare un mobile tanto grosso, pesante e complicato da smontare?
come tingere una superficie laccata cosi' lucida?
Rovinero' il suono dello strumento?
quali modifiche si possono e quali non si possono apportare?

Ho titubato a lungo aspettando di darmi risposte convincenti a tutte queste domande ed infine, dopo un po' di ricerca e di ragionamenti, mi son risposta che:

La vernice e le piccole modifiche non possono rovinare uno strumento alterandone il suono, o meglio: non possono alterare un pianoforte di medio valore (se avessimo parlato di uno strumento particolarmente pregiato non mi sarei mai permessa!!!) a tal punto da far si che un orecchio non esperto possa percepirlo! e vi assicuro che questo mi e' stato confermato anche da pesone che hanno sudiato pianoforte al conservatorio per anni:
Il mio orecchio, e quello di chiunque in futuro potrebbe mai ascoltare o suonare qualcosa proveniente dal mio pianoforte o da qualsiasi altro che sia stato acquistato a fine ludico e non professionale, non potrebb trarre alcuno svanaggio da questo remake!!!

Appurato questo cosa mi tratteneva dal trasformarlo nello strumento dei miei sogni???
Apparte le tonnellate di polvere che avrei prodotto, ed il salotto ridotto ad un cantiere per qualche tempo .... nulla!!!!

Cosi armata di coraggio ho cominciato a progettare la trasformazione del mio piano disegnando vari schizzi .... il progetto era:

1) un nuovo colore
2) qualche abbellimento qui e la'
3) qualcosa che lo rendesse speciale...

Per il colore ho optato ovviamente per una, anzi numerose, mani di bianco ....
per far questo mi sono munita di chalk paint e di primer ... perche': si la chalk attacca bene ma passare e soprattutto far restare la vernice su una superficie tanto liscia e' comunque sempre una sfida!
Quindi ho proceduto smontato tutti i pezzi del piano che potevano esser smontati:
coperchio superiore,
pannelli anteriori (quello in basso davanti ai pedali ed alle corde e quello in alto davanti ai martelletti)
copritasti e tutte le cerniere

... e ..... via!! vai di primer!! lasciato asciugare secondo istruzioni mi son dedicata alla fase 2 e 3:

- Ho acquistato delle piccole bacchette a sezione rettangolare di legno, le ho tagliate a misura ed ho realizzato le colonnine.
- Fregi in pasta di legno per gli angoli del pannello superiore,
- una bella lustrata alle cerniere ormai annerite dagli anni e l'aggiunta di una deliziosa serratura piena di riccioli ...
- un nuovo pomello di ottone per il pannello inferiore
- ed infine un bel capitello di legno da incollare ed inchiodare tutto attorno al coperchio del pianoforte ...

ma non soddisfatta e cercando ancora la particolarita' da aggiungervi ho deciso di tentare un altro folle esperimento ...

Dato che una volta smontato il piano mi son ritrovata ad ammirare stupefatta i meccanismi al suo interno, ammaliata da martelletti e corde ho pensato che non era giusto tenere quello spettacolo tutto per me ed infine ho deciso di realizzare un foro nel pannello superiore - anteriore del piano lasciando cosi' intravedere i meccanismi interni ....
ma un buco non era abbastanza! e soprattuto era poco elegante!!! cosi' ho creto al computer il disegno di una bella griglia e poi munita di pazienza e di traforo elettrico ho deciso di tentare di realizzarla io in legno ... voi direte ma non era piu' semplice farsela fare da un fabbro?!? ebbene si ma poi il gusto dov'era???
quindi ho ritagliato pian piano tutto il disegno, aggiustato le imprecisioni con lime, dremel e carta vetrata ed infine dato prima una mano di fondo per poter camuffare la porosita' del legno e poi una bella mano di vernice oro per rifinire il tutto e dar alla griglia un bell effetto metallizzato!

A questo punto l'ultimo tocco ..... perche' non inserire nella griglia un bell'orologio funzionante?
comperato? Ovviamente no, ci si arma di compensato, meccanismo taglierini e si ricava la forma. Si da fondo e vernice come con la griglia, si monta il meccanismo ed eccoci qui!
il nostro orologio e' pronto per esser posizionato al centro del piano!
Che ve ne pare?
Vi Posto subito qualche foto del lavoro interamente finito!
A dimenticavo ... una volta assembrato il tutto, salvo la griglia, ho passato una vernice di protezione trasparente seguita da abbondante mano di cera, e vi assicuro che la vernice non si e' per niente rovinata, ormai ho realizzato questo progetto da piu' di un anno e si trova nel mio salotto proprio accanto al mio divano chaise lounge ....
sopravvissuto al mio compagno che ci poggia di continuo sopra roba e ai due bambini della vicina che amano giocarci....
Vi piace? che aspettate ... trovate il coraggio anche voi!!!




ecco la griglia realizzata a mano del pianoforte

 


tastiera con serratura e scritta originale





post signature

5 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. Ciao bellissimo lavoro, ma prima di passare la vernice iniziale hai scartavetrato la vecchia vernice lucida o no? grazie

    RispondiElimina
  3. È meraviglioso! Complimenti! Anche io ho un pianoforte colore nero lucido...ma farei volentieri a cambio con questo gioiello.Cerchero' di trasformarlo 😊

    RispondiElimina
  4. Perdonami! Non avevo letto il tuo commento, mi dispiace risponderti solo adesso!no non ho carteggiato perché dovendolo fRe in casa avrei fatto un macello! E poi avevo paura di impolverare troppo le corde dentro, però prima ho passato un primer francese, si chiama esp, lo trovi solo online, è un po caro e lu go da passare ma ne vale la pena

    RispondiElimina
  5. Ciao, grazie mille! Armati di coraggio e trasformalo! Vedrai che ne varrà la pena ;)

    RispondiElimina